03 agosto 2020

Dettagli News

Notizie : Provincia Cremona

30/10/2009
Spandimemto di letame, liquami, fanghi e fertilizzanti azotati
Sviluppo Agricolo
In considerazione della specificità delle condizioni pedoclimatiche locali, e valutata anche la presenza di colture che utilizzano l’azoto in misura significativa anche a fine inverno, si è ritenuto di ridefinire il periodo utile alla distribuzione ai fini agronomici dei fertilizzanti azotati. Considerando che una distribuzione autunnale comporta un utilizzazione minima dei principi nutritivi si è privilegiato l’anticipo dell’utilizzazione dei fertilizzanti azotati a fine inverno. A supporto di tale decisione c’è la relazione tecnica predisposta da ERSAF,la quale evidenzia, in base ai dati climatici del periodo compreso tra il 1990 e il 2007, che per il mese di febbraio i livelli di piovosità sono molto bassi e le semine vengono generalmente anticipate. Nei periodi in cui viene consentito lo spandimento dei fertilizzanti azotati le condizioni agronomiche sono tali da permettere l’assorbimento da parte delle colture esistenti e la stabilizzazione nel terreno agrario, così come le dispersioni al suolo di tali elementi sono ridotte al minimo. Conseguentemente è stato identificato a partire dal 10 novembre 2009 al 7 febbraio 2010 il periodo di divieto minimo all’utilizzazione agronomica dei fertilizzanti azotati in zona vulnerabile, consentendo dall’1 novembre al 9 novembre 2009 e dall’8 febbraio al 28 febbraio 2010 l’utilizzazione agronomica dei fertilizzanti stessi; per le aree non vulnerabili invece il periodo minimo di divieto è compreso tra 1° dicembre 2009 e il 7 febbraio 2010 consentendo dal 1° novembre al 1° dicembre 2009 e dall’8 febbraio al 28 febbraio 2010 la distribuzione dei fertilizzanti.

Fonte: http://www.provincia.cremona.it/servizi/svilagri/?sn=746


Accesso area riservata

Autenticazione con username e password


Area Comuni